Per diventare UX designer servono una serie di competenze, che comprendono conoscenze tecniche e le cosiddette soft skill.

La sua professionalità si potrebbe associare con un salto logico al feng shui.

Con questa antica disciplina giapponese, lo UX designer ha in comune l’obiettivo di migliorare gli spazi, reali o virtuali, facilitandone la fruizione.

Per apprendere le conoscenze utili a migliorare l'esperienza dell’utente in relazione a un prodotto o servizio, l’aspirante UX designer deve familiarizzare con i concetti di usabilità, utilità, inclusività, positività nell’uso e con le best practices emerse dall’evoluzione tecnologica degli ultimi decenni.

Viviamo nell’era della user experience, quindi scegliere una professione in questo ramo del design è sicuramente una buona opportunità.

Ma proprio perché il campo è relativamente giovane, scegliere la formazione più completa e aggiornata e spendibile sul mercato è particolarmente importante.

 

UX design: percezioni, emozioni, interazioni 

Lo UX designer lavora con “le percezioni, le reazioni e le emozioni che una persona prova nell’interagire con un prodotto o servizio”.

Il suo lavoro è quindi il punto di contatto fra i bisogni degli utenti e la loro soddisfazione, tra un’azienda e i suoi clienti.

 

Stai pensando di diventare un UX designer? Lo IAAD può aiutarti. Esplora i nostri corsi e scarica gratuitamente la brochure dell'offerta formativa

SCARICA LA BROCHURE

 

Al centro del lavoro di ideazione e progettazione di un design per l’esperienza utente c’è proprio la persona, il potenziale utilizzatore del prodotto o servizio, la sua cultura, le abitudini, i desideri, le difficoltà, le paure.

Tutto questo confluisce in un buon progetto di UX design, perché l'obiettivo è proprio fornire tutto il necessario per un’esperienza positiva di utilizzo.

Per questa missione, lo UX designer deve padroneggiare competenze che spaziano molto:

dalle ricerche preliminari per comprendere le esigenze dei potenziali utenti, alla progettazione basata sul job to be done  delle buyer personas, fino agli scenari di uso e al customer journey

 

Competenze per lo UX design

Il design UX si concentra sulla creazione di prodotti che ogni utente, a prescindere dalle sue abilità e condizioni, può facilmente usare e divertirsi a usare.

Come abbiamo anticipato servono entrambi i tipi di skills, hard e soft:ci sono alcune abilità pratiche che un designer deve padroneggiare per diventare un designer UX.

Allo stesso tempo, deve esercitare determinate competenze trasversali per eccellere nel suo lavoro.

 

UX designer e hard skill

Un valido corso di formazione deve fornire un set di conoscenze teoriche, metodologiche e pratiche per la progettazione dell’esperienza utente, per favorire l’interazione tra consumatori e prodotti.

Tra le competenze tecniche più utili per progettare esperienze utente efficaci e positive ci sono: 

  • Ricerca UX
  • Wireframing e prototipazione
  • Comunicazione visiva
  • Design interattivo
  • Progettazione
  • Flussi utente
  • Architettura delle informazioni
  • Visual design
  • Progettazione interfaccia utente.

 

UX designer e soft skill

Nelle professioni creative e a contatto con i bisogni delle persone è necessario sviluppare anche una serie di competenze trasversali, o soft skill.

Sono queste abilità che differenziano il contributo umano a qualunque tipo di lavoro e che saranno sempre più importanti per qualificarsi come professionisti.

Se dovessimo stilare una classifica delle skills fondamentali, potremmo indicare:

  • Empatia, la capacità di entrare in relazione con gli altri, con i loro bisogni, le loro motivazioni, le ansie, i problemi.
    Questa abilità, di mettersi nei panni del possibile utilizzatore di un prodotto o servizio, è determinante per progettare qualcosa che sappia rispondere al meglio a tutte queste condizioni e si basa sull’ascolto attento degli utenti.
  • Organizzazione. Lo UX design è come un puzzle in cui ogni pezzo deve andare al proprio posto: se ne mancasse qualcuno, il puzzle risulterebbe incompleto, così come il design potrebbe risultare non performante e gradevole da usare se il designer non seguisse tutti i passaggi necessari con in mente sempre il ‘disegno’ finale che vuole ottenere. 
  • Curiosità. I designer specializzati in UX devono rimanere, o diventare, persone curiose. Questa attitudine a guardarsi attorno, ad aggiornarsi, a spaziare in ambiti diversi è ciò che unisce tutti i ‘pezzi’ del lavoro di UX designer.

Inoltre, il percorso di studio deve assicurare anche la possibilità di partecipare a esperienze progettuali per testare l’intero processo di realizzazione di un design.

Dalla ricerca all'ideazione, dalla progettazione alla prototipazione, dai test alla presentazione, sperimentando sul campo tutte le competenze acquisite. 

Vuoi saperne di più sull'Offerta Formativa e le opportunità di carriera con IAAD? Prenota un colloquio di approfondimento con l'Ufficio Orientamento di Torino o Bologna

UFFICIO ORIENTAMENTO TORINO

UFFICIO ORIENTAMENTO BOLOGNA