L’Interior Designer interpreta un progetto, uno spazio, dà voce a una personalità, compone un puzzle in cui gli elementi da far combaciare sono: le esigenze del committente, l’atmosfera che desidera creare, la sostenibilità, la fattibilità, l’integrazione delle qualità estetiche con quelle tecnologiche e funzionali.

Spazi pubblici e privati vengono disegnati e manipolati dalle capacità e dalla sensibilità del designer di interni.

In un momento storico in cui grande importanza viene riconosciuta al benessere psicofisico delle persone, in un periodo di grandi innovazioni tecnologiche e cambiamenti sociali.

Quando la sostenibilità deve entrare a far parte di ogni ambito della nostra vita, gli Interior Designer diventano figure professionali di riferimento per trasformare gli spazi esistenti in ambienti all’avanguardia, rispettosi dell’ambiente e delle persone, personalizzati sulle esigenze di chi ne usufruirà, ergonomici e ‘connessi’.

Per saperne di più, leggi anche il nostro articolo "Nuove frontiere dell'Interior Design: evoluzione della percezione".

 

L’importanza dell’ergonomia nell’Interior Design

All’interno di ogni ambiente, ci sono molte caratteristiche che influenzano la sensazione di benessere psicofisico e questa, di conseguenza, influisce sulla capacità delle persone di dedicarsi alle proprie attività con maggior concentrazione.

La disciplina che si occupa in modo specifico di aumentare il comfort delle persone nella loro interazione con oggetti e tecnologie è l’ergonomia.

È la scienza che mette in relazione gli elementi di un sistema, per esempio un ambiente di lavoro e tutti gli strumenti che contiene, con la funzione per cui sono stati progettati.

 

Desideri iscriverti al Corso in "Interior design"? Scarica la brochure gratuita per avere maggiori informazioni sul percorso di studi e gli sbocchi professionali

SCARICA LA BROCHURE

 

L’obiettivo è migliorare l’esperienza dell’utente e, in generale, le prestazioni del sistema stesso.

Inizialmente, infatti, il termine ergonomia indicava quella disciplina che studia il comportamento dell’uomo nel suo ambiente lavorativo per incrementare la produttività. 

Oggi, questa disciplina occupa un ruolo preciso nella progettazione di interni. Sicurezza, praticità d’uso, adattabilità, comodità sono gli aspetti che deve considerare affinché gli spazi abitativi rispondano alle aspettative delle persone. Leggi anche "Interior Design a Torino: come si struttura il corso e cosa offre".

 

Design… ergonomico

L’ergonomia applicata al design di interni comporta la conoscenza e la considerazione di vincoli d’uso, misure, dimensioni, biologia, fisiologia…

Per progettare uno spazio in maniera ergonomica il designer deve applicare competenze interdisciplinari al fine di integrare correttamente arredi, oggetti, attrezzature all’interno dell’ambiente e consentire agli utenti di svolgere le attività previste in quel luogo in modo comprensibile, efficace, sicuro, confortevole. 

Lo standard atteso di facilità, immediatezza e adattabilità alle esigenze di uso si è alzato così tanto negli ultimi anni grazie alle innovazioni tecnologiche e alla digitalizzazione, che ci si attende una fruizione praticamente individualizzata di ogni luogo.

 

Il design diventa digitale 

Il digitale ha fatto irruzione nel design rivoluzionando l'intero modello di business della progettazione. L’aspetto in cui la digitalizzazione è più evidente e intuibile è la possibilità di incorporare vari elementi come personalizzazione, ispirazione, visualizzazione in ogni elemento della progettazione.

Per cui si può dire che la digitalizzazione porta alla personalizzazione

Il digitale aiuta anche nella relazione tra designer e cliente, offrendo la possibilità di vedere, vivere, l’ambiente in modo virtuale con un tour visivo e immersivo e sperimentare il risultato finale prima che questo esista.

La rivoluzione digitale aiuta quindi a ridurre i costi: poiché i progressi possono essere mostrati online e il confronto diventa immediato, prima che qualunque cosa diventi concreta.

Finalizzare i dettagli di progettazione ed eliminare gli errori nel digitale si trasforma in un risparmio di tempo. 

Nella fase successiva, il digitale può essere incorporato all’ambiente e agli oggetti che contiene, proteggendolo, rendendolo intelligente, funzionale, efficiente.

 

Design user centred e user experience

La centralità dell’utente è uno degli aspetti più innovativi dell’Interior Design. User centred design, Human centred design e User experience design sono criteri di progettazione che hanno l’obiettivo di creare esperienze significative per l’utente.

Vengono considerati sia l’aspetto psicologico che emozionale, lavorando quindi sulla percezione. 

Questi approcci migliorano: efficacia, efficienza, benessere, soddisfazione degli utenti, accessibilità, sicurezza, prestazioni e sostenibilità.

Con l'innovazione apportata dal machine learning, i designer di interni hanno avuto accesso a nuove possibilità realizzative, combinando la capacità di elaborare una grande quantità di dati dei software con la creatività del progettista. Leggi anche l'articolo "Scegli un corso di formazione in Interior Design".

Il progetto nasce integrato con il software in cui vengono inseriti tutti i vincoli di progetto: misure, materiali, costi… 

È il computer che genera le opzioni compatibili con i dati ma è sempre il designer, con la sua esperienza e sensibilità, a valutare le opzioni migliori in base al risultato che desidera ottenere.

 

Vuoi saperne di più sull'Offerta Formativa e le opportunità di carriera con IAAD? Prenota un colloquio di approfondimento con l'Ufficio Orientamento

UFFICIO ORIENTAMENTO TORINOUFFICIO ORIENTAMENTO BOLOGNA